Tag Archives: Ingroia

Si muore un po’ per sopravvivere

2 Mag

Si muore un po’ per sopravvivere.

Dalla rivoluzione , Antonio Ingroia ,discutissimo magistrato siciliano, passa all’Azione.

Non azione di governo ma un semplice intento di costruire “ una casa comune di cittadini per cambiare l’Italia “.

Deluso insieme ad altre forze che appoggiavano il suo eventuale ingresso in politica, come i Verdi ed altre frange della sinistra come Movimento Arancione e Pdci Prc e Idv, si prende atto dell’umilissimo risultato ottenuto alle urne lo scorso febbraio , scaricando peraltro la colpa a Bersani e ai media, nella convinzione che comunque rappresentanti di Rivoluzione Civile avrebbero giovato in Parlamento in termini di discussione su diritti sociali e civili o sull’etica della politica.

Questo non è avvenuto e Ingroia non si arrende in quanto “il suo progetto politico non è stato sconfitto”

Dopo non avere rinunciato al suo incarico preferendo l’aspettativa ed in seguito alla proposta fallita da parte del Governatore Rosario Crocetta di un incarico relativo alla riscossione delle tasse della regione siciliana, il suo destino ancora è affidato nelle mani del Tar sul contenzioso che lo riguardano nei confronti del Csm e sul suo eventuale incarico ad Aosta. In merito dichiara che se resterà in magistratura farà un passo indietro rispetto all’attività politica. Ancora non realizza, forse, cosa voler fare da grande.

In un momento delicatissimo in cui ogni partito rivendica per se stesso la vittoria (di Pirro) ed il Presidente della Repubblica, al quale hanno fatto eco le parole del neo premier Enrico Letta, hanno rimproverato di partiti della loro autoreferenzialità , del loro mancato ascolto della situazione reale del paese e del momento di fare un po’ di sana autocritica, c’è chi continua volente o nolente a lottare per le proprie idee , per continuare a raccogliere soggetti non professionisti della politica che incarnino riposte convincenti alle idee di cambiamento, in quanto a suo dire nessuno è riuscito a cogliere questo dato importante. Affermazioni da fare inorridire ogni grillino che si rispetti.

La rivoluzione in realtà continua. Infatti il 22 giugno ci sarà la prima assemblea per illustrare il manifesto della nuova Azione siglata sempre “civile” aperta a tutti coloro che ne vorranno discutere per una Rivoluzione democratica.

Insomma , come accaduto in altre occasioni e per altri soggetti politici o aspiranti tali, si cerca di raggirare l’ostacolo cambiando semplicemente etichetta. Una sorta di re-branding. Intanto i termini Rivoluzione e civile continuano a persistere in un felice mash up con azione e democrazia. Non resta anche a loro che una profonda riflessione. La Rivoluzione che continua sulla cresta dell’ironia rimane al momento quella degli utenti di Twitter.

<blockquote class=”twitter-tweet” lang=”it”><p>Ingroia dopo lo scioglimento di “Rivoluzione civile” fonda “Azione civile”, io al suo posto avrei fondato RIPOSO CIVILE.</p>&mdash; Sergio Siligato (@sergiosili) <a

href=”https://twitter.com/sergiosili/status/329937410421051392″>02 maggio 2013</a></blockquote>
<script async src=”//platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

<blockquote class=”twitter-tweet” lang=”it”><p>Rivoluzione Civile si è sciolta.Non esistono più le mezze stagioni. <a href=”https://twitter.com/search/%23Ingroia”>#Ingroia</a></p>&mdash; Simone Altrocchi (@SimoneAltrocchi) <a href=”https://twitter.com/SimoneAltrocchi/status/329935173519032320″>02 maggio 2013</a></blockquote>
<script async src=”//platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

<blockquote class=”twitter-tweet” lang=”it”><p><a href=”https://twitter.com/search/%23Ingroia”>#Ingroia</a&gt; scioglie Rivoluzione Civile. Ora sì che è un partito liquido.</p>&mdash; elmorisco (@elmorisco) <a href=”https://twitter.com/elmorisco/status/329935147057152000″>02 maggio 2013</a></blockquote>
<script async src=”//platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: